#SerieB: Nuova Trogylos Priolo – Azzurra Cercola 52-49

#ProgettoSorrisoAzzurro Deborah D'Avolio

 

Non riesce l' impresa, di espugnare la Palestra Akradina di Siracusa, alla compagine cercolese, che merita comunque l' encomio, per il piglio col quale affronta la gara e si batte durante tutti e 40' di gioco, lasciando, di fatto, ancora la porta aperta, ai sogni di promozione.
Partita sostanzialmemte in equilibrio, per l' intera sua durata, con Priolo che ha la meglio grazie soprattutto alla precisione dalla linea di tiro libero.
Coach Catanzaro individua in Tina Esposito, il pericolo n° 1 da tenere assolutamente a bada e presenta una box and one, che manterrà per tutta la prima metà gara. Il forte playmakerino aversano, seppur francobollato a vista, non disdegna però d' imprimere ritmo alla sue compagne e non manca d' innescarle continuamente con i suoi ripetuti "penetra e scarica".
Sul frontre opposto sono Cicic e Spampinato, più che Seino e Karlsone ad essere di pericolo per la ben organizzata difesa vesuviana, che tuttavia paga in soldoni pesanti, alias numerosi falli, l' incedere del back court di Priolo, concedendo numerosi tiri liberi, che le esterne siciliane, non mancano di trasformare in punti.
Così la prima sirena trova le padroni di casa avanti 18-14.
Partita, quindi, apertissima, soprattutto perchè D' Avolio sfrutta la libertà concessale per fare punti ed impostare liberamente il gioco, di cui si giovano immediatamente le lunghe cercolesi Popolo, Gemini ed Errico, che costringono ben presto le pari ruolo di casa a gravarsi di falli.
Si va all' intervallo lungo con il punteggio di 28-24.
Alla ripresa delle ostilità coach Catanzaro, modifica in 3-2 il suo difendere a zona, mentre coach Patrizio, continua nel suo face to face, che non di rado allunga sui 28 m del campo.
Tuttavia più che le abilità difensive, ciò che concede a Priolo un ulteriore vantaggio, sono le capacità balistiche di Spampinato, che brucia ripetutamente la retina avversaria con tiri anche dalla lunghissima distanza. Il terzo quarto si chiude sul 16-14 e Priolo inizia l' ultima frazione, avanti di 6.
Seino, non è in vena realizzativa, ma continua ad essere la Torre di controllo nel pitturato cercolese, smistando assist e cambi di fronte, che favoriscono le esterne gialloverdi, Cercola risponde con un confortante gioco corale, che rappresenterà la maggior insidia per le sicule, anche nella partita di ritorno.
Finisce 52 49 per le padroni di casa, ma il margine non è sufficiente per ritenersi al sicuro.
Domenica 13/5, alle ore 16.00, al Palazzetto di Cercola, di via dei Platani, il pallino passerà nelle mani dell' Azzurra Cercola e solo al 40' della seconda partita, si saprà chi potrà festeggiare e continuare la stagione e chi invece dovrà cominciare a pensare alla meta delle prossime vacanze.

ASD Nuova Trogylos Priolo 52:
Cicic 15, Spampinato 19, Karlsone 12, Capici 3, Silvestro n.e., Cocina, Ventura n.e., Palanidessi n.e., Marmo, Seino 3, Calaio’ n.e.

ASD Azzurra Cercola 49:
D’Avolio 13, Romano, Persico, Scarpati n.e., Popolo 10, Margio 5, Mattera n.e., Gemini 6, Fedele 4, Errico 2, Esposito 9.

#BECERCOLA!



Pubblicato in News, Serie B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.