#SerieB: Banca Stabiese – Free Basketball Scafati 68-63

#ProgettoSorrisoAzzurro

Continua la crescita del gruppo capitanato da Raffaella De Rosa che, dopo la buona prova della settimana precedente in quel di Battipaglia, sciorina una prestazione maiuscola, sorprendendo, tra le mura amiche, nientepopodimeno che, la capolista Givova Scafati.
Con la solita Potolicchio on fire (27 p.ti), che stavolta si mette al servizio delle sue giovani compagne, aiutandole, con buon rendimento, anche nella fase difensiva, sugli scudi va posta anche la giovane pivot Dione (10 p.ti), che dopo più di qualche prestazione opaca, mostra segni di miglioramento, mantenendo alta la concentrazione per tutti i 40', dando un buon contributo in entrambe le zone del campo. Più in generale è la prestazione corale dell' intera squadra che soddisfa lo staff tecnico stabiese, che vede finalmente applicati, con costanza, i criteri di gioco provati in questi primi 3 mesi di duro lavoro. Il lavoro fisico svolto dal Prof. Esposito è evidente e permette alle giovani coccodrilline di poter esprimere, per tutta la durata della gara, l' intensitá necessaria, così come richiesto dagli esigenti tecnici stabiesi.
Se l'intensità difensiva è un pò il marchio di fabbrica di Castellammare, ora anche il timing offensivo fa registrare progressi importanti ed i risultati si vedono.
Dopo l' iniziale fase di studio (al 5' è 8 a 8), è Stabia a piazzare il primo break (all' 8' è 15 - 8), con la prima striscia da 5 p ti consecutivi di Potolicchio. Scafati però è squadra forte e non impiega molto a rientrare in gara e cosi ad inizio secondo quarto si è ancora in sostanziale paritá (17-16). Dentamaro, ben tenuta da Tasevska e Seka, & co., soffrono il pressing stabiese, che si traduce ben presto in un nuovo break, favorito anche dalle due triple di Atanasovska (11 p.ti), che riporta ancora le padroni di casa avanti di 7 e fissa il punteggio, all' intervallo lungo sul 33-28.
Dagli spogliatoi arrivano indicazioni ad Atanasovska e Dione di come migliorare, rispettivamente il proprio rendimento difensivo, la prima, ed offensivo, la seconda e cosi Castellammare conquista il dominio delle plance in termini di rimbalzi offensivi e difensivi, ma non certo di efficacia, visto che all' interno del pitturato imperversano Giuseppone (16 p.ti) e soprattutto Sapienza (17 p.ti), che portano Scafati avanti a metá terzo quarto. I falli limitano l' impiego di Inverno, fortunatamente Borriello (6 p.ti), ritornata anch' ella a buoni livelli di rendimento, non la fa rimpiangere, anzi con due importantissimi rimbalzi offensivi e qualche punticino riesce a fare anche meglio. Anche Seka (8 p.ti), nel frangente, dá il suo buon contributo in termini di personalità e realizzazione e così la terza frazione di gioco si conclude con Stabia ancora avanti 52-48. Scafati non ci sta a perdere e sospinta da un' incontenibile Sapienza, piazza un un break di 8-0, che ribalta la situazione. Ora è Castellammare a dover inseguire, ma la cosa non la porta a scalfire le proprie sicurezze, e così, stringendo finalmente le maglie difensive all' interno della propria area, trovano i canestri della vittoria, con la loro arma letale, al secolo, Raffaella Potolicchio.

 

Banca Stabiese 68:
Monda n.e, Inverno 4, Seka 8, De Rosa n.e, Borriello 6, Potolicchio 27, Somma n.e., Sammarco, Dione 10, Scala, Atanasovska 11, Tasevska 2. All. Cavaliere.

Givova Ladies 63:
Sicignano, Iozzino 6, Baglieri, Panteva 3, Codispoti 5, Gatti, Tinello n.e., Sapienza 17, Stoyanova 6, Giuseppone 16, Dentamaro 10. All. Ottaviano.

#GOSTABIA

 

 



Pubblicato in Serie B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.